fbpx Disturbi da tic e sindrome di Tourette: lo spettro di sintomi e trattamenti | Progress In Mind

Disturbi da tic e sindrome di Tourette: lo spettro di sintomi e trattamenti

Il dott. Davide Martino dell’Università di Calgary, Canada, nel suo intervento al MDS Congress 2019, ha dichiarato che i prossimi 5 anni potrebbero fornire risposte a molte domande urgenti in merito alla gestione di disturbi da tic e sindrome di Tourette. Queste includono la possibilità che i tic diventino misurabili nella vita reale attraverso sensori indossabili e il modo in cui sfruttare al meglio queste informazioni, e se c’è spazio per la modifica dell’asse intestino-cervello nella sindrome di Tourette, come sembra esserci nell’autismo.

La sindrome di Tourette è un comune disturbo dello sviluppo neurologico definito da movimenti involontari caratteristici, tic, con componenti sia motorie che foniche. La chiave del successo della gestione del paziente è porre una diagnosi accurata riconoscendo lo spettro motorio e comportamentale di disturbi da tic e sindrome di Tourette e differenziandolo da altre potenziali diagnosi come movimenti funzionali simili a tic.1,2 Le diagnosi differenziali possono essere difficili e a breve sarà pubblicato un nuovo atlante video con esempi dello spettro di vocalizzazioni involontarie nell’uomo.3

 

La ricerca sulla fisiopatologia dei disturbi da tic e sindrome di Tourette sta promuovendo la comprensione delle 3 aree chiave di neuropatologia, genetica e neuroimaging. La sindrome di Tourette è stata concettualizzata come un disturbo dei gangli della base, con un’enfasi sulla disfunzione striatale. Recenti dati di imaging suggeriscono la presenza di anomalie funzionali e strutturali diffuse nel cervello di soggetti con sindrome di Tourette.4,5 Inoltre, approfondimenti sulla disfunzione del network di decision-making sociale possono spiegare le principali caratteristiche neurobiologiche della sindrome di Tourette e offrire nuove indicazioni per la ricerca e per nuovi target terapeutici.6

La disfunzione del network di decision-making sociale può spiegare le principali caratteristiche neurobiologiche della sindrome di Tourette e offre nuove indicazioni per la ricerca e il trattamento

Gli interventi sullo stile di vita possono avere un ruolo nei disturbi da tic e nella sindrome di Tourette. Sebbene al momento siano disponibili pochi dati sull’effetto di dieta e modifica del microbiota, vi sono evidenze crescenti di una correlazione negativa tra gravità dei tic e attività fisica giornaliera moderata-intensa, insieme agli effetti benefici dell’esercizio sull’ansia e sui livelli dell’umore auto-riportati.7,8

Il dott. Martino ha messo in evidenza altre aree chiave da affrontare nell’ambito di disturbi da tic e sindrome di Tourette, come:

  • identificare predittori di successo del trattamento comportamentale;
  • quali biomarker possono essere studiati per creare un algoritmo paziente-trattamento;
  • come definire la refrattarietà al trattamento nei disturbi da tic; e
  • se è possibile sviluppare algoritmi appropriati di sequenziamento terapeutico

La gestione di disturbi da tic e sindrome di Tourette è multi-modale e include terapie comportamentali e farmacologiche, neuromodulazione e trattamenti di supporto, la cui scelta dovrebbe essere adattata al singolo paziente

La gestione attuale di disturbi da tic e sindrome di Tourette è multi-modale e include terapie comportamentali e farmacologiche, neuromodulazione e trattamenti di supporto. Nel 2019, l’American Academy of Neurology (AAN) ha pubblicato le linee guida più recenti, nelle quali sono state formulate 46 raccomandazioni per la valutazione e la gestione dei tic in soggetti con sindrome di Tourette e disturbi cronici da tic.9 Ciononostante, l’AAN sottolinea che la scelta del trattamento dovrebbe essere personalizzata ed effettuata a seguito di una collaborazione tra paziente, caregiver e medico.

 

Studi recenti suggeriscono che la terapia comportamentale via internet è altamente accettabile e può produrre risultati soddisfacenti in modo costo-efficace; potenzialmente, ciò può aumentare in maniera notevole l’accesso a trattamenti basati sull’evidenza per giovani con disturbi da tic e sindrome di Tourette.10

 

La terapia comportamentale via internet può potenzialmente aumentare in maniera notevole l’accesso a trattamenti basati sull’evidenza per giovani con disturbi da tic e sindrome di Tourette  

Our correspondent’s highlights from the symposium are meant as a fair representation of the scientific content presented. The views and opinions expressed on this page do not necessarily reflect those of Lundbeck.

References

1. Ganos C et al. Tics and functional tic-like movements. Can we tell them apart? Neurology. 2019;93:1-9.

2. Baizabal-Carvallo JF and Jankovic J. The clinical features of psychogenic movement disorders resembling tics. J Neurol Neurosurg Psychiatry. 2014;85(5):573-5.

3. Mainka T et al. the spectrum of involuntary vocalizations in humans: A video atlas. Mov Disord. In press.

4. Ganos C et al. The functional anatomy of Gilles de la Tourette syndrome. Neurosci Biobehav Rev. 2013;37:1050-62.

5. Worbe Y et al. Neuroimaging of tic genesis: present status and future perspectives. Mov Disord. 2015;30:1179-83.

6. Albin RL. Tourette syndrome: a disorder of the social-decision-making network. Brain. 2018:141;332-47.

7. Kim DD et al. Effects of physical activity on the symptoms of Tourette syndrome: A systematic review. Eur Psychiatry. 2018;48:13-19.

8. Nixon E et al. Reduced tic symptomatology in Tourette Syndrome after an acute bout of exercise: An observational study. Behav Modif. 2014;38(2):235-63.

9. Pringsheim T et al. Practice guideline recommendations summary: Treatment of tics in people with Tourette syndrome and chronic tic disorders Neurology. 2019;92(19):896-906.

10. Andrén P et al. Therapist-guided and parent-guided internet-delivered behavior therapy for pediatric Tourette’s disorder: a pilot randomized controlled trial with long-term follow-up. BMJ Open. 2019;9:e024685.

Country selection
We are registering that you are located in Brazil - if that's correct then please continue to Progress in Mind Brazil
You are leaving Progress in Mind
Le informazioni contenute nel nuovo sito prescelto possono non essere conformi al D.Ivo 219/06 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e le opinioni espresse non riflettono necessariamente le posizioni dell’azienda, non sono da essa avvallate.
Accesso riservato a Operatori Sanitari
Per accedere si prega di registrarsi o, in caso sia già stato fatto, di autenticarsi
L’accesso a Progress in Mind Italia è consentito unicamente agli Operatori Sanitari (medici e farmacisti). I contenuti di questo sito sono prodotti da un team di Operatori Sanitari il cui obiettivo è presentare le ultime novità in ambito psichiatrico e neurologico, attraverso interviste, registrazioni audio/video di seminari con opinion leader, report e sintesi di congressi sia internazionali che nazionali. Per poter accedere al sito è quindi necessario registrarsi e fornire alcuni dati così da poter verificare che l‘utente sia un Operatore Sanitario.
Hello
Please confirm your email
We have just sent you an email, with a confirmation link.
Before you can gain full access - you need to confirm your email.
The information on this site is exclusively intented for health care professionals.
All the information included in the Website is related to products of the local market and, therefore, directed to health professionals legally authorized to prescribe or dispense medications with professional practice. The technical information of the drugs is provided merely informative, being the responsibility of the professionals authorized to prescribe drugs and decide, in each concrete case, the most appropriate treatment to the needs of the patient.
Congress
Register for access to Progress in Mind in your country