fbpx La neurobiologia della conversione a psicosi: risultati emergenti dello studio SHARP | Progress In Mind

La neurobiologia della conversione a psicosi: risultati emergenti dello studio SHARP

La fase ad alto rischio clinico della schizofrenia, quando il funzionamento cognitivo e sociale inizia a mostrare un declino, è associata ad un rischio imminente di psicosi. Durante l’undicesima Conferenza Internazionale sull’Intervento Precoce in Salute Mentale nel 2018 sono stati presentati i dati di imaging (da RM strutturale, RM pesata in diffusione, RM funzionale a riposo) ed i potenziali evento-correlati di un campione di individui ad alto rischio clinico (CHR) che hanno partecipato allo studio SHARP (Shanghai At-Risk for Psychosis), la maggior parte dei quali non aveva mai assunto un antipsicotico. Questi dati forniscono importanti insight preliminari sulla neurobiologia della conversione a psicosi.

Ridotto spessore corticale del network principale del linguaggio negli individui CHR-C

I circuiti del linguaggio sono tra i primi colpiti nella schizofrenia

Elisabetta del Re, Assistant Professor in Psichiatria, Harvard Medical School, MA, ha presentato un’analisi delle RM strutturali di una serie di regioni cerebrali selezionate provenienti da 22 individui ad alto rischio clinico (CHR) che hanno mostrato conversione a psicosi (CHR-C), 130 ad alto rischio senza conversione a psicosi (CHR-NC) e 92 controlli sani.

Sono state osservate differenze significative tra i gruppi in termini di spessore corticale delle regioni cerebrali del network del linguaggio.

Negli individui CHR-C, le correlazioni tra spessore corticale e area superficiale erano diverse da quelle dei controlli sani e degli individui CHR-NC.

Le alterazioni cellulari precedono l’insorgenza della psicosi

Secondo quanto illustrato da Ofer Pasternak, Assistant Professor in Psichiatria e Radiologia, Harvard Medical School, MA, la RM di diffusione free-water consente di esaminare lo spazio extracellulare, mediante modeling dell’acqua libera extracellulare e dell’acqua localizzata nelle vicinanze del tessuto cellulare. Le patologie extracellulari come infiammazione, atrofia, alterazioni di densità e vascolari possono, quindi, essere distinte dalle alterazioni cellulari come deformazione e demielinizzazione.

Le alterazioni cellulari possono derivare da processi alterati di neurosviluppo 

Il Professor Pasternak ha descritto l’uso della RM di diffusione per esaminare le alterazioni della materia bianca in 50 individui CHR dello studio SHARP e 50 controlli sani.

I risultati suggeriscono che le alterazioni cellulari precedono l’insorgenza della psicosi e possono derivare da processi alterati di neurosviluppo. Non sono state osservate differenze nell’acqua libera, ma il Professor Pasternak prevede che l’acqua libera sarà osservata come risposta acuta più vicina al momento dell’insorgenza della psicosi.

Un’organizzazione funzionale anomala del connettoma precede l’insorgenza della psicosi

Uno studio sull’organizzazione del connettoma al basale che ha coinvolto 251 partecipanti dello SHARP — 23 individui CHR-C, 135 CHR-NC e 93 controlli sani — è stata presentato da Guusje Collin, Postdoctoral Research Fellow, Harvard Medical School, MA.

La riorganizzazione funzionale del connettoma potrebbe accompagnare la transizione a psicosi

L’organizzazione modulare del connettoma degli individui CHR-C era significativamente meno simile ai controlli sani rispetto a quella degli individui CHR-NC. Le anomalie erano più pronunciate nelle regioni cerebrali comunemente associate alla schizofrenia e la conversione a psicosi è stata tre volte superiore negli individui CHR con organizzazione anomala del connettoma al basale.

L’ampiezza di dMMN è ridotta negli individui CHR con psicosi 

La negatività da discordanza (MMN) è una componente del potenziale evento-correlato (ERP) che tiene traccia delle alterazioni nervose nell’arco di millisecondi come un’interfaccia tra risposta comportamentale e meccanismi neurofisiologici, secondo quanto illustrato da Yingying Tang, Shanghai Mental Health Center, Shanghai, Cina. Rappresenta uno dei risultati più solidi e riproducibili nella schizofrenia ed è un biomarker candidato per prevedere la transizione a psicosi.

L’ampiezza di dMMN potrebbe fungere da predittore della remissione

Il Dott. Tang ha presentato uno studio di MMN uditive in 106 individui CHR (al follow-up di 1 anno 18 erano CHR-C e 88 erano CHR-NC) e 90 controlli sani:

  • gli individui CHR, in particolare quelli che non erano in remissione o avevano mostrato conversione a psicosi 1 anno dopo, presentavano ridotte ampiezze di dMMN
  • gli individui CHR, i cui sintomi psicotici erano in remissione, mostravano ampiezze di dMMN relativamente intatte al basale.

L’ampiezza di dMMN è quindi sensibile alla remissione dei sintomi psicotici e potrebbe fungere da predittore della remissione, nonché da target per l’intervento precoce.

You are leaving Progress in Mind
Le informazioni contenute nel nuovo sito prescelto possono non essere conformi al D.Ivo 219/06 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e le opinioni espresse non riflettono necessariamente le posizioni dell’azienda, non sono da essa avvallate.
Accesso riservato a Operatori Sanitari
Per accedere si prega di registrarsi o, in caso sia già stato fatto, di autenticarsi
L’accesso a Progress in Mind Italia è consentito unicamente ai Professionisti Sanitari. I contenuti di questo sito sono prodotti da un team dedicato di Professionisti Sanitari e medical writer il cui obiettivo è presentare le novità scientifiche più recenti insieme ad opinioni di esperti ed approfondimenti in ambito psichiatrico e neurologico. Per poter accedere al sito è, quindi, necessario registrarsi e fornire alcuni dati così da poter verificare che l‘utente sia un Professionista Sanitario.
ACCESSO RISERVATO A OPERATORI SANITARI AUTORIZZATI
Per accedere alla pagina si prega di registrarsi o, in caso sia già stato fatto, di autenticarsi. La pagina per la quale sta richiedendo l'accesso ospita materiale formativo comunque attinente all'impiego di medicinali prodotti o commercializzati da Lundbeck. Con riferimento al Decreto Legislativo n.219 del 24 aprile 2006 e s.m.i., art. 119, art. 121 comma 1 e art. 124 commi 4 e 8, Lundbeck limita l'accesso ai contenuti presenti nella pagina PIM Academy a medici specialisti e farmacisti ospedalieri.
Hello
Please confirm your email
We have just sent you an email, with a confirmation link.
Before you can gain full access - you need to confirm your email.
The information on this site is exclusively intented for health care professionals.
All the information included in the Website is related to products of the local market and, therefore, directed to health professionals legally authorized to prescribe or dispense medications with professional practice. The technical information of the drugs is provided merely informative, being the responsibility of the professionals authorized to prescribe drugs and decide, in each concrete case, the most appropriate treatment to the needs of the patient.
Congress
Register for access to Progress in Mind in your country