Valorizzare l'esercizio fisico nella schizofrenia

I clinici sono ben consapevoli del fatto che l'esercizio cardiorespiratorio e la performance cognitiva siano correlati nella schizofrenia. Tuttavia, l'effetto benefico dell'esercizio fisico sulla cognitività è dovuto semplicemente al fatto che i pazienti risultano generalmente più in forma o a qualcos'altro?

Il miglioramento della performance cognitiva nei disturbi psicotici attraverso l'esercizio fisico è un'area entusiasmante della ricerca sulla riabilitazione cognitiva.1

Questo perché la performance cognitiva è un forte predittore del funzionamento sociale in soggetti affetti da disturbi psicotici, rendendolo un importante obiettivo di intervento.1

Un intenso esercizio fisico migliora la cognitività

Una meta-analisi sull'esercisio fisico nella schizofrenia ha evidenziato come l'attività fisica migliora il funzionamento cognitivo, in particolare se effettuata intensamente.2 Nel lavoro sono stati osservati effetti da bassi a medi sulla cognitività in generale (g = 0,33) e memoria di lavoro (g = 0,39) e medi per la cognizione sociale (g = 0,71) e l'attenzione (g = 0,66).

L'esercizio fisico migliora il funzionamento cognitivo, in particolare se effettuato intensamente

I clinici sono ben consapevoli del fatto che l'esercizio cardiorespiratorio e la performance cognitiva siano correlati nella schizofrenia, ma cosa c'è alla base di questo fenomeno? C'è qualcos'altro oltre al fatto che i pazienti risultano semplicemente più in forma?

La relazione tra esercizio cardiorespiratorio e cognitività è stata osservata precocemente, indipendentemente dal livello di attività

Un recente studio suggerisce che la relazione tra esercizio cardiorespiratorio e cognitività sia stata osservata precocemente in persone che soffrono di psicosi, indipendentemente dal livello di attività.3 In questo studio, anche se ricercata, non è stata evidenziata alcuna correlazione tra fattore neurotrofico cerebrale (BDNF) , proBDNF o livelli attuali di attività fisica e cognitività. 

La relazione tra esercizio cardiorespiratorio e cognitività è stata osservata precocemente in persone che soffrono di psicosi

Miglioramento aerobico - dal divano?

Sembra che l'esercizio fisico di per sé potrebbe non essere nemmeno necessario per ottenere un effetto benefico. Interessante è che i videogiochi interattivi sembravano migliorare l'attività aerobica nei soggetti affetti da schizofrenia, come dimostrato in un piccolo studio condotto su 16 pazienti.4 Tali "regimi di trattamento" erano entrambi accettabili e divertenti per i pazienti, riportando elevati livelli di aderenza e suggerendo la potenziale fattibilità di migliorare o integrare l'attività aerobica "dal divano".

Ma cosa sta succedendo esattamente?

Non è scienza missilistica - è fMRI!

In uno studio proof of concept, i ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica funzionale (fMRI) per analizzare in tempo reale l'attività cerebrale in base ai cambiamenti nel flusso sanguigno cerebrale. 5 La fMRI era collegata ad un gioco su computer che prevedeva l'atterraggio di un razzo.

I partecipanti allo studio, che presentavano allucinazioni uditive, hanno dovuto trovare un modo per far atterrare il razzo – senza ricevere istruzioni. Non tutti i pazienti sono riusciti, ma tra quelli che lo hanno fatto, è stata osservata una ridotta attività nel giro temporale - un'area associata al linguaggio. Anche tramite la scala Psychotic Rating Scale (Psyrats), le valutazioni sono migliorate ed è stata segnalata una riduzione delle allucinazioni uditive. 

Una singola sessione di 21 minuti di neurofeedback con fMRI real-time è stata sufficiente per determinare un effetto in uno studio

Successivamente, altri ricercatori hanno anche riferito che le tecniche di neurofeedback con fMRI real-time (un task funzionale e meditazione) hanno entrambe ridotto con successo la frequenza di allucinazioni uditive. 6,7 In uno studio, una singola sessione di 21 minuti di neurofeedback con fMRI real-time è stata sufficiente per produrre un effetto. 6

L'allenamento del cervello può ridurre la frequenza dei sintomi positivi

Pertanto, sembra che l'allenamento - non solo fisico ma anche mentale - può aiutare a migliorare alcuni dei sintomi positivi della schizofrenia.

References
  1. McCleery A, Neuchterlein KH. 2019;21:239-248
  2. Firth J, et al. Schiz Bull 2017;43:546-556
  3. Holmen TL, et al. Front Psychiatry 2019;10:7895. doi 10.3389/fpsyt.2019.00785. eCollection 2019
  4. Kimhy D. Psychiatric Services 2016;67:240-243
  5. Orlov N. Translational Psychiatry 2018 12;8(1):46. doi: 10.1038/s41398-017-0067-5.
  6. Okano K, et al. Psychiatry Res 2020;286:112862. doi: 10.1016/j.psychres.2020.112862. [Epub ahead of print]
  7. Bauer CCC, et al. Psychiatry Res 2020; 284:112770. doi: 10.1016/j.psychres.2020.112770. Epub 2020 Jan 14
Country selection
We are registering that you are located in Brazil - if that's correct then please continue to Progress in Mind Brazil
Stai abbandonando il sito Progress in Mind
Le informazioni contenute nel nuovo sito prescelto possono non essere conformi al D.Ivo 219/06 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e le opinioni espresse non riflettono necessariamente le posizioni dell’azienda, non sono da essa avvallate.
ACCESSO RISERVATO A OPERATORI SANITARI AUTORIZZATI
Per accedere alla pagina si prega di registrarsi o, in caso sia già stato fatto, di autenticarsi. La pagina per la quale sta richiedendo l'accesso ospita materiale formativo comunque attinente all'impiego di medicinali prodotti o commercializzati da Lundbeck. Con riferimento al Decreto Legislativo n.219 del 24 aprile 2006 e s.m.i., art. 119, art. 121 comma 1 e art. 124 commi 4 e 8, Lundbeck limita l'accesso ai contenuti presenti nella pagina PIM Academy a medici specialisti e farmacisti ospedalieri.
Ciao
Per favore, conferma la tua email
Ti abbiamo appena inviato un'e-mail con un link di conferma.
Prima di poter ottenere l'accesso completo, devi confermare la tua email.
Le informazioni su questo sito sono destinate esclusivamente ai professionisti della salute.
Congress
Register for access to Progress in Mind in your country