fbpx Emicrania e disturbi dell'umore hanno in comune dei fattori eziologici? | Progress In Mind

Emicrania e disturbi dell'umore hanno in comune dei fattori eziologici?

Le persone che soffrono di emicrania hanno maggiori probabilità di avere un disturbo dell’umore rispetto a quelle che non ne soffrono. Il motivo non è chiaro. I nuovi risultati presentati all’ISBD 2020 suggeriscono che fattori eziologici condivisi come disturbi del sonno, attività motoria, reattività allo stress e dolore potrebbero spiegare la comorbilità.

Un terzo dei soggetti con disturbo bipolare soffre di emicrania

L’emicrania è fortemente associata ai disturbi dell’umore e d’ansia,1 ha affermato il professor Martin Preisig, University of Lausanne:

  • una persona su tre con disturbo bipolare (BPD) soffre di emicrania2 — rispetto ad una su sette nella popolazione complessiva globale3
  • il rischio relativo di disturbo depressivo maggiore (MDD) tra le persone con emicrania è 2,2–4,04

Emicrania e disturbi dell'umore hanno in comune dei fattori eziologici?

Per determinare se l'emicrania possa causare un disturbo dell'umore, o se un disturbo dell'umore possa causare emicrania, o se abbiano un'eziologia comune, il professor Preisig e i suoi colleghi hanno analizzato i dati di:

  • uno studio clinico familiare di pazienti con BPD-I o MDD trattati, e controlli clinici, e oltre 1400 parenti adulti di primo grado
  • uno studio familiare basato sulla popolazione (CoLaus|PsyCoLaus)6 con oltre 800 parenti di primo grado

Gli studi familiari forniscono informazioni sulle cause della comorbilità5

Hanno scoperto che tra i parenti:

  • l'emicrania era significativamente associata a MDD e BPD nello studio clinico,
  • l'emicrania era significativamente associata a MDD ma non a BPD nello studio basato sulla popolazione

L'aumento del rischio di emicrania tra i parenti di pazienti con BPD potrebbe indicare dei fattori eziologici parzialmente condivisi alla base di BPD ed emicrania, ha concluso il professor Preisig.

L’emicrania e il BPD in comorbilità sono collegati ai pattern di sonno, attività motoria, reattività allo stress e dolore?

Kathleen Merikangas del Intramural Research Program, National Institute of Mental Health (NIMH), ha descritto un'indagine condotta con i colleghi su partecipanti dello studio familiare NIMH.7 La popolazione includeva 512 pazienti adulti provenienti da contesti comunitari e non clinici e 1444 parenti.

I disturbi del sonno potrebbero spiegare la comorbilità tra emicrania e disturbi dell'umore

Sono state osservate differenze statisticamente significative nella prole dei pazienti per un'associazione tra la prevalenza lifetime di emicrania e quella di disturbo d'ansia generalizzata, MDD, ansia sociale, BPD-II e disturbo di panico, ma non di BPD-I.

Le manifestazioni dell'emicrania e dei sottotipi di disturbi dell'umore potrebbero essere alla base di questa comorbilità, ha spiegato la dott.ssa Merikangas, ad esempio i disturbi del sonno.

Queste relazioni sono in fase in studio mediante l'uso dell'Ecological Momentary Assessment8 con il monitoraggio in tempo reale dell'attività motoria, del sonno, dell'umore e del dolore e della loro relazione con l'emicrania.

 

Our correspondent’s highlights from the symposium are meant as a fair representation of the scientific content presented. The views and opinions expressed on this page do not necessarily reflect those of Lundbeck.

References
  1. Low NCP, Merikangas KR. CNS Spectr 2003;8:433–44.
  2. Fornaro M, Stubbs B. J Affect Dis 2015;178:88–97.
  3. https://www.migrainetrust.org/about-migraine/migraine-what-is-it/facts-figures/
  4. Martin PR, et al. Behav Res Ther 2015;73:8–18.
  5. Merikangas KR, et al. Psychol Med 1994;24:69–80.
  6. Vollenweider P, et al. Revue Medicale Suisse  2019;15:2159–63 [French]
  7. https://www.nimh.nih.gov/research/research-conducted-at-nimh/join-a-study/trials/adult-studies/nimh-family-study-of-health-and-behavior.shtml
You are leaving Progress in Mind
Le informazioni contenute nel nuovo sito prescelto possono non essere conformi al D.Ivo 219/06 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e le opinioni espresse non riflettono necessariamente le posizioni dell’azienda, non sono da essa avvallate.
Accesso riservato a Operatori Sanitari
Per accedere si prega di registrarsi o, in caso sia già stato fatto, di autenticarsi
L’accesso a Progress in Mind Italia è consentito unicamente ai Professionisti Sanitari. I contenuti di questo sito sono prodotti da un team dedicato di Professionisti Sanitari e medical writer il cui obiettivo è presentare le novità scientifiche più recenti insieme ad opinioni di esperti ed approfondimenti in ambito psichiatrico e neurologico. Per poter accedere al sito è, quindi, necessario registrarsi e fornire alcuni dati così da poter verificare che l‘utente sia un Professionista Sanitario.
ACCESSO RISERVATO A OPERATORI SANITARI AUTORIZZATI
Per accedere alla pagina si prega di registrarsi o, in caso sia già stato fatto, di autenticarsi. La pagina per la quale sta richiedendo l'accesso ospita materiale formativo comunque attinente all'impiego di medicinali prodotti o commercializzati da Lundbeck. Con riferimento al Decreto Legislativo n.219 del 24 aprile 2006 e s.m.i., art. 119, art. 121 comma 1 e art. 124 commi 4 e 8, Lundbeck limita l'accesso ai contenuti presenti nella pagina PIM Academy a medici specialisti e farmacisti ospedalieri.
Hello
Please confirm your email
We have just sent you an email, with a confirmation link.
Before you can gain full access - you need to confirm your email.
The information on this site is exclusively intented for health care professionals.
All the information included in the Website is related to products of the local market and, therefore, directed to health professionals legally authorized to prescribe or dispense medications with professional practice. The technical information of the drugs is provided merely informative, being the responsibility of the professionals authorized to prescribe drugs and decide, in each concrete case, the most appropriate treatment to the needs of the patient.
Congress
Register for access to Progress in Mind in your country