La schizofrenia ad esordio precoce richiede una gestione specifica per il paziente

Una diagnosi precoce e un trattamento efficace e ben tollerato della schizofrenia ad esordio precoce sono fondamentali per ottenere risultati di ordine superiore per un buon funzionamento ed una migliore qualità della vita, Christoph Correll (Charité Hospital, Berlino; e Donald e Barbara Zucker School of Medicine, New York) ha affermato durante il CINP 2021 Virtual.

Rispetto ad un esordio successivo, la schizofrenia che si sviluppa prima dei 18 anni è associata a un maggiore carico di malattia con più sintomi negativi e cognitivi e un maggiore deterioramento funzionale e sociale,1 forse perché il disturbo si manifesta durante una fase di sviluppo altamente sensibile, ha affermato il professor Correll.

Dovremmo mirare a ridurre la durata della psicosi non trattata nei pazienti ad esordio precoce.

L'outcome della schizofrenia ad esordio precoce (EOS) è peggiore per il sesso maschile e presenta un adattamento premorboso  più scarso e sintomi più gravi.2,3

 

Diagnosi tempestiva

Possiamo fare poco per modificare questi fattori. Ma una maggiore durata della psicosi non trattata è anche predittiva di peggiori outcome clinici, funzionali e cognitivi3, e questo è qualcosa che possiamo influenzare attraverso una migliore formazione dei genitori e degli operatori sanitari e sulla realtà e sui rischi dell'EOS, ha affermato il professor Correll.

Detto questo, accettiamo che ci siano indubbie difficoltà nella diagnosi di EOS: la salute mentale degli adolescenti è un target che risente di profonde influenze biologiche e sociali; c'è una sovrapposizione di disturbi dell'umore psicotici, ansia grave, traumi e stress; un'immaginazione insolita ma non inadeguata dal punto di vista dello sviluppo può essere difficile da distinguere dai sintomi psicotici.

I farmaci devono essere ben tollerati

I pazienti ad esordio precoce possono essere più vulnerabili all'aumento della prolattina, della sedazione, all'aumento di peso e agli effetti metabolici

I farmaci sono efficaci nell'EOS, ma il professor Correll ha sottolineato che i giovani hanno una suscettibilità diversa e potenzialmente maggiore agli effetti avversi del trattamento farmacologico rispetto agli adulti.4 I pazienti ad esordio precoce possono essere più vulnerabili dei pazienti più anziani all'aumento della prolattina, della sedazione, all'aumento di peso e agli effetti metabolici inclusa la dislipidemia, ha riferito.

Una scoperta degna di nota è che l'incidenza del diabete di tipo 2 nei giovani che assumono antipsicotici è circa il doppio di quella tra i giovani con problemi psichiatrici che non ricevono antipsicotici.5 Alcuni farmaci sono più metabolicamente tossici di altri, ha affermato.

L'aderenza è essenziale per l’outcome funzionale.

Nella scelta di un farmaco, dovremmo concentrarci sull'efficacia ma anche sulla tollerabilità, in modo che l'aderenza sia mantenuta, poiché senza aderenza non è possibile raggiungere l'obiettivo finale del funzionamento, ha suggerito il professor Correll.

Dobbiamo cercare di trattare con i farmaci giusti sin dall’inizio e continuare il trattamento con questi, in modo da prevenire le ricadute.

La scelta dell'antipsicotico deve essere adattata alle caratteristiche e alle esigenze del paziente. È stato osservato che i farmaci devono essere forniti in un contesto che includa la psicoeducazione e la psicoterapia, dando un ruolo anche alla gestione dello stressall’igiene del sonno, alla dieta e all'uso di sostanze.

 

Questo simposio è stato sostenuto da Sumitomo Dainippon Pharma / Sunovion

Our correspondent’s highlights from the symposium are meant as a fair representation of the scientific content presented. The views and opinions expressed on this page do not necessarily reflect those of Lundbeck.

References

1. Immonen J et al. Early Interv Psychiatry 2017; 11(6): 453–460

2. Clemmensen L et al.  BMC Psychiatry 2012 Sep 19;12:150

3. Díaz-Caneja CM et al. NPJ Schizophr. 2015; 1: 14005.

4. Correll CU et al. J Clin Psychiatry 2011;72: 655-670

5. Galling B et al. JAMA Psychiatry 2016 Mar;73(3):247-59.

Country selection
We are registering that you are located in Brazil - if that's correct then please continue to Progress in Mind Brazil
Stai abbandonando il sito Progress in Mind
Le informazioni contenute nel nuovo sito prescelto possono non essere conformi al D.Ivo 219/06 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e le opinioni espresse non riflettono necessariamente le posizioni dell’azienda, non sono da essa avvallate.
ACCESSO RISERVATO A OPERATORI SANITARI AUTORIZZATI
Per accedere alla pagina si prega di registrarsi o, in caso sia già stato fatto, di autenticarsi. La pagina per la quale sta richiedendo l'accesso ospita materiale formativo comunque attinente all'impiego di medicinali prodotti o commercializzati da Lundbeck. Con riferimento al Decreto Legislativo n.219 del 24 aprile 2006 e s.m.i., art. 119, art. 121 comma 1 e art. 124 commi 4 e 8, Lundbeck limita l'accesso ai contenuti presenti nella pagina PIM Academy a medici specialisti e farmacisti ospedalieri.
Ciao
Per favore, conferma la tua email
Ti abbiamo appena inviato un'e-mail con un link di conferma.
Prima di poter ottenere l'accesso completo, devi confermare la tua email.
Le informazioni su questo sito sono destinate esclusivamente ai professionisti della salute.
Congress
Register for access to Progress in Mind in your country